Pannocchie o canocchie o cicale in pesto di scarola per i fusilli

Le pannocchie sono crostacei buonissimi, hanno carne tendente al dolce e spesso sono piene di corallo. Si usano nelle zuppe, in Adriatico si mangiano semplicemente bollite, ma sono ottime per fare dei sughi per la pasta. Eccone uno.

Ingredienti

  • 350 gr di fusilli di grano duro italiano
  • 800gr di pannocchie
  • 250 gr di scarola
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 40 gr di pinoli
  • 1 pomodoro maturo
  • un bicchiere di vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • prezzemolo
  • sale qb.

Preparazione
Scaldare 2 cucchiai d’olio in una casseruola, unirvi l’aglio schiacciato e lasciare cuocere a fuoco dolce per 2 minuti poi eliminarlo. Unire la scarola tritata e lasciare cuocere a fuoco medio per circa 10 minuti. Tostare i pinoli. Versare nel vaso del frullatore la scarola cotta, i pinoli, i capperi dissalati e un cucchiaio di prezzemolo tritato. Frullare bene unendo tanto olio quanto basta per ottenere un pesto cremoso. Regolare di sapore con il sale. Tagliare con le forbice le cicale in 2 o 3 pezzi, a seconda delle dimensione e saltarle a fuoco vivo in padella con un cucchiaio di olio. Sfumare con pochissimo vino bianco e far evaporare. Saltare per un minuto la pasta cotta bene al dente nella padella dei crostacei, togliere dal fuoco ed unirvi il pesto mescolando il tutto. Completare con dadini di pomodoro, poco prezzemolo tritato e servire.

 

Fonte immagine: www.ricettedellanonna.net