Scopri le altre specie

Seppia

(Sepia officinalis)

Mollusco Cefalopode

Mollusco cefalopode decapode dal corpo ovale ed appiattito. Presenta otto braccia più corte, munite di quattro serie di ventose, e due retrattili più lunghe. La bocca è con becco, simile a quello di pappagallo. Il colore del dorso è variabile dal bruno-nerastro al giallastro, con striature chiare trasversali.

Seppia
Diffusione internazionale

Oceano Atlantico orientale, dal Mar Baltico alla Mauritania, Mar Mediterraneo

Diffusione nelle nostre acque

Tutti i mari italiani, in particolare nell'alto Adriatico

Pesca Professionale Piccola Pesca Artigianale Allevamento
Attrezzi Attrezzi Tipo di allevamento
Reti a strascico Nasse, Reti da posta - - -

Stagionalità di pesca

Si pesca tutto l'anno, in particolare da aprile a ottobre

Mesi di riproduzione specie

Si riproduce tra gennaio e agosto

Carni molto magre e con un buon contenuto proteico, anche se inferiore a quello dei pesci. Nonostante il ridotto tenore lipidico, una porzione da 100 g è in grado di apportare la quantità giornaliera raccomandata di acidi grassi polinsaturi omega-3 a lunga catena EPA e DHA. Piuttosto elevato il contenuto di colesterolo, compensato tuttavia dal basso contenuto di grassi saturi e dall?elevata percentuale di acidi grassi polinsaturi. Fonte di minerali e vitamine, in particolare selenio, rame, zinco

Energia (kcal)
72,00
Acqua (gr)
81,50
Proteine (gr)
14,00
Lipidi (gr)
1,50
Carboidrati (gr)
0,70
Colesterolo (mg)
180,00
Fosforo (mg)
143,00
Omega-3
0,42

Mesi di acquisto consigliati
Pesca

Se vuoi fare un acquisto sostenibile, prediligi i mesi da agosto a novembre: il prodotto è comunque disponibile, ma fuori dal suo periodo di riproduzione.

Rischio specie
Taglia minima
7 cm
Qualità carni
  • Ottime

Carni compatte, gustose e facilmente digeribili. Sono molto apprezzate e si prestano a svariati tipi di preparazione

Presenza lische
  • Nulla
Preparazioni
Marinato / Fritto / Sott'olio / In Umido / Arrosto / Bollito / Affumicato / Crudo / Al Vapore / Al Forno / Al Salto
Seppie in zimino

Una ricetta che ha ingolosito perfino Pellegrino Artusi assai diffusa sulle coste tirreniche tra Liguria e Toscana ma di cui rivendica la primogenitura Firenze. Sta di fatto che le seppie così sono un piatto goloso.

Tentacoli e palline

?In una padella scaldate l'olio, fatevi dorare lo spicchio d'aglio e poi eliminatelo, mettete nel recipiente le seppie e i piselli, mescolate, aggiungete il brodo, salate, pepate e cuocete per circa 20 minuti.