Mazara
Mazara del Vallo

Città omaggio alla marineria e alla multietnicità. La sua popolazione è per metà di origine araba, i quartieri sembrano "medine" e la pesca qui offre uno dei prodotti più caratteristici della Sicilia: il gambero rosso di Mazara.

Esplora l'itinerario
X
Marsala
Marsala

Facile perdersi tra i vicoli arabi, ma di sapore fenicio, se qui si rende omaggio all’impresa di Garibaldi e i Mille. Vagando tra pensieri leggeri senza tempo, si assaggia il famoso vino che ha sfidato il tempo e porta il nome della città.

Esplora l'itinerario
X
Trapani
Trapani

Denominata città tra i due mari, questo centro urbano pare una falce tra le acque ed è famoso per le sue collezioni di coralli le caratteristiche saline. Non mancano le tradizioni marinare e tutto il gusto delle onde è nella zuppa di pesce alla trapanese.

Esplora l'itinerario
X
Erice
Erice

Erice è un balcone su questo mare infinito. Da qui si intravedono le Egadi, Trapani e tutto l’orizzonte mentre i dedali delle sue lastricate vie interne e dei suoi intimi cortili seducono il viaggiatore e narrano di dei immortali.

Esplora l'itinerario
X
San Vito Lo Capo
San Vito lo Capo

A soli sette chilometri da Castellammare si arriva a San Vito Lo Capo, borgo di pesca e di cous cous che s’aggruma attorno alla Fortezza Santuario. Per la famosa pietanza si celebra un festival per l'integrazione culturale, di cui questa prelibatezza unita al pescato locale è piatto per la pace.

Esplora l'itinerario
X
Tonnara Scopello
Tonnara di Scopello

Concepito come borgo marinaro per la caccia al pesce, oggi è richiamo per godere delle acque cristalline e del Complesso Monumentale sormontato dalle antiche torri medievali. Tutto, qui, aiuta a rivivere la storia della cattura del tonno.

Esplora l'itinerario
X
Castellammare
Castellammare del Golfo

È un susseguirsi di spiagge con paesaggi di eccezionale natura e le antiche tonnare trasportano la fantasia alla caccia al tonno. Si parte da Castellammare del Golfo, un borgo di pesca incantato, entrando dalla porta orientale della Riserva dello Zingaro. 

Esplora l'itinerario
X
Riserva Zingaro
Riserva dello Zingaro

Narrare delle bellezze di questa riserva non è semplice. Dominata da scogli aguzzi e cale nascoste, è caratterizzata da acque verdazzurre e case coloniche costruite sulla roccia in un connubio tra natura e costruzioni dell'uomo.

Esplora l'itinerario
X

Sicilia nord-occidentale

È uno degli itinerari più suggestivi che la Sicilia possa offrire e va segnata come un perimetro delle Sirene. S’incontra di tutto: le tonnare, le vestigia fenici, il barocco e le cantine storiche di quel gran vino che fu ed è il Marsala.

Seleziona uno degli hotspot sulla mappa per esplorare l’itinerario

Mazara
Centro di Mazara
Centro storico di Mazara del Vallo

Nel centro storico di Mazara del Vallo le vie strette, che ricordano quelle delle medine islamiche, convivono con le chiese barocche e le mura normanne.

X
Porto di Mazara
Porto di Mazara del Vallo

Mazara ha una delle flotte pescherecce più munite e abili di tutto il Mediterraneo e il porto è uno spettacolo. Ogni giorno, qui, sbarcano i frutti che le acque offrono, con tutti i colori del mare.

X
Chiesa di Sant'Ignazio
Ex Chiesa di Sant'Ignazio

Mazara offre suggestioni davvero intense, come nella chiesa di Sant’Ignazio. Intitolata al santo, della struttura resta solo la quinta scenografica dell’abside, mentre gli antichi muri mostrano i segni del tempo.

X
Cattedrale di Mazara
Cattedrale del Santissimo Salvatore

La Chiesa Cattedrale domina, anche dal mare, il panorama della città. Non sempre visitabile, ma bellissima per la sua edificazione a più riprese: prima normanna, poi aragonese e infine spagnola.

X
Lago Preola
Lago Preola e Gorghi Tondi

L'Oasi appare al visitatore come un insieme di specchi d'acqua carsici naturali e salmastri. Dopo una grande sofferenza causata dall'antropizzazione, oggi è tutelata dal WWF e i risultati si vedono: è tornata a splendere.

X
satiro
Museo del Satiro Danzante

Nel museo è custodito il famoso Satiro Danzante, scultura colta nel momento di abbandono a una danza dionisiaca, in un'estasi travolgente.

X
Mazara del Vallo

Città omaggio alla marineria e alla multietnicità. La sua popolazione è per metà di origine araba, i quartieri sembrano "medine" e la pesca qui offre uno dei prodotti più caratteristici della Sicilia: il gambero rosso di Mazara.

Torna alla Mappa
Mazara
Centro di Mazara
Centro storico di Mazara del Vallo

Nel centro storico di Mazara del Vallo le vie strette, che ricordano quelle delle medine islamiche, convivono con le chiese barocche e le mura normanne.

X
Porto di Mazara
Porto di Mazara del Vallo

Mazara ha una delle flotte pescherecce più munite e abili di tutto il Mediterraneo e il porto è uno spettacolo. Ogni giorno, qui, sbarcano i frutti che le acque offrono, con tutti i colori del mare.

X
Chiesa di Sant'Ignazio
Ex Chiesa di Sant'Ignazio

Mazara offre suggestioni davvero intense, come nella chiesa di Sant’Ignazio. Intitolata al santo, della struttura resta solo la quinta scenografica dell’abside, mentre gli antichi muri mostrano i segni del tempo.

X
Cattedrale di Mazara
Cattedrale del Santissimo Salvatore

La Chiesa Cattedrale domina, anche dal mare, il panorama della città. Non sempre visitabile, ma bellissima per la sua edificazione a più riprese: prima normanna, poi aragonese e infine spagnola.

X
Lago Preola
Lago Preola e Gorghi Tondi

L'Oasi appare al visitatore come un insieme di specchi d'acqua carsici naturali e salmastri. Dopo una grande sofferenza causata dall'antropizzazione, oggi è tutelata dal WWF e i risultati si vedono: è tornata a splendere.

X
satiro
Museo del Satiro Danzante

Nel museo è custodito il famoso Satiro Danzante, scultura colta nel momento di abbandono a una danza dionisiaca, in un'estasi travolgente.

X
Mazara del Vallo

Città omaggio alla marineria e alla multietnicità. La sua popolazione è per metà di origine araba, i quartieri sembrano "medine" e la pesca qui offre uno dei prodotti più caratteristici della Sicilia: il gambero rosso di Mazara.

Marsala
Centro Marsala
Centro storico di Marsala

Marsala sorge sulla punta occidentale della Sicilia. A dominare il centro storico sono l'antico mercato, le chiese e le porte barocche.

X
Porto di Marsala
Porto di Marsala

Famoso per lo sbarco di Garibaldi insieme ai Mille, avvenuto l'11 maggio 1860, oggi, dal porto di Marsala, si può partire alla volta delle Isole Egadi.

X
Duomo di Marsala
Duomo di Marsala

Secondo la leggenda, una nave diretta in Inghilterra con delle colonne corinzie fu tempestata da venti contrari e approdò a Marsala, dove l'evento fu interpretato come divino e su quei pilastri si eresse il Duomo.

X
Cantine Florio
Antiche Cantine Florio

A Marsala non si può non vedere la cattedrale del vino che porta il nome della città: le antiche cantine Florio, monumento da due secoli a questo vino liquoroso bianco o dai colori dell'ambra.

X
Saline
Saline

Il sale, prezioso bene riconosciuto dai popoli italici e trasformato in monopolio dai romani, si è trasformato, nei secoli, in pennello capace di dipingere tutto il bello di Marsala e delle sue saline.

X
Marsala

Facile perdersi tra i vicoli arabi, ma di sapore fenicio, se qui si rende omaggio all’impresa di Garibaldi e i Mille. Vagando tra pensieri leggeri senza tempo, si assaggia il famoso vino che ha sfidato il tempo e porta il nome della città.

Trapani
Centro di Trapani
Centro storico di Trapani

Visitando la città di Trapani sembrerà di immergersi in diverse epoche storiche. Ogni angolo, infatti, è caratterizzato da monumenti, chiese e palazzi, che raccontano la vita della città nei vari secoli.

X
Porto di Trapani
Porto di Trapani

Il porto di Trapani è il cuore pulsante della città e, ogni giorno, da qui salpano  i traghetti per raggiungere le Isole Egadi.

X
La Colombaia
La Colombaia

Ecco quel che è probabilmente il più antico simbolo di Trapani, eretto da Amilcare Barca in occasione della prima Guerra Punica. Questo pezzo di storia ha subito rimaneggiamenti e abbandoni nei secoli, fino al restauro del 2009 che l'ha riportato in vita.

X
Favignana
Favignana

Il pittore Salvatore Fiume amava definire quest'isola e il suo castello "una farfalla in mezzo al mare". Qui possiamo ammirare la nota tonnara, orgoglio siciliano, in attività.

X
Marettimo
Marettimo

Questa, tra le isole dell'Arcipelago, viene considerata la più selvaggia. A caratterizzarla sono le acque di cristallo e le piccole vette da conquistare: l'autenticità delle Egadi è tutta qui.

X
Trapani

Denominata città tra i due mari, questo centro urbano pare una falce tra le acque ed è famoso per le sue collezioni di coralli le caratteristiche saline. Non mancano le tradizioni marinare e tutto il gusto delle onde è nella zuppa di pesce alla trapanese.

Erice
Centro di Erice
Centro storico di Erice

Tra i borghi medievali più belli d'Italia. Passeggiando tra le sue strade tortuose e con una caratteristica pavimentazione a quadrati, si potranno ammirare cortiletti fioriti, le splendide chiese e i palazzi nobiliari.

X
Torretta Pepoli
Torretta Pepoli

Situata su un aspro roccione in mezzo al verde, questa torretta in stile liberty fu costruita per volere del mecenate Agostino Pepoli, allo scopo di ospitare letterati, studiosi e archeologi. Oggi è uno splendido museo in fase di rinnovo e gode di un panorama mozzafiato.

X
Castello di Venere
Castello di Venere

La fortificazione si erge plastica sulla cima della montagna, quasi ne fosse una continuità. Intriso di leggende ed edificato per Venere, si narra che nei suoi sotterranei un cunicolo segreto arriverebbe fino al porto di Trapani.

X
Erice

Erice è un balcone su questo mare infinito. Da qui si intravedono le Egadi, Trapani e tutto l’orizzonte mentre i dedali delle sue lastricate vie interne e dei suoi intimi cortili seducono il viaggiatore e narrano di dei immortali.

San Vito Lo Capo
Centro storico di San Vito lo Capo
Centro storico di San Vito lo Capo

Nel piccolo centro storico di San Vito lo Capo, caratterizzato da vicoli stretti e antichi selciati, si possono ammirare suggestivi cortili, antiche piazzette, abitazioni tipiche e coloratissime fioriere.

X
Porto di San Vito lo Capo
Porto di San Vito lo Capo

Il porto si trova all'interno di un golfo delimitato a ponente dalla punta del faro e a levante dalla punta di Solanto. É un riparo sicuro e lo sapevano romani, fenici, arabi, normanni e spagnoli che vi calavano le ancore per sfuggire alle tempeste.

X
Monte Monaco
Monte Monaco

Con l'aiuto della fantasia, guardando questo monte è possibile vedere un monaco inginocchiato mentre prega. È così che i sanvitesi amano immaginarlo, come un santo di roccia che li protegge dall'impeto del mare.

X
Marina di San Vito lo Capo
Marina di San Vito lo Capo

Non è nella mano dell'uomo che bisogna cercare la bellezza a San Vito, ma nella pura natura che regala scorci di pregio indescrivibile. Passeggiare sull'armoniosa spiaggia, inebriati dai profumi del mare, è un inno assoluto alla vita.

X
San Vito lo Capo

A soli sette chilometri da Castellammare si arriva a San Vito Lo Capo, borgo di pesca e di cous cous che s’aggruma attorno alla Fortezza Santuario. Per la famosa pietanza si celebra un festival per l'integrazione culturale, di cui questa prelibatezza unita al pescato locale è piatto per la pace.

Tonnara Scopello
Tonnara di Scopello

Concepito come borgo marinaro per la caccia al pesce, oggi è richiamo per godere delle acque cristalline e del Complesso Monumentale sormontato dalle antiche torri medievali. Tutto, qui, aiuta a rivivere la storia della cattura del tonno.

Castellammare
Centro storico di Castellammare del Golfo
Centro storico di Castellammare del Golfo

Il borgo sorge ai piedi di un’aspra montagna dalla ricca vegetazione. Il paesaggio è dominato da un promontorio su cui gli arabi costruirono il castello a picco sul mare che dà il nome al paesino. 

X
Porto di Castellammare del Golfo
Porto di Castellammare del Golfo

Il porto di Castellammare si trova al centro del golfo omonimo, a metà strada fra il porto di Trapani e quello di Palermo.

X
Marina di Castellammare del Golfo
Marina di Castellammare del Golfo

La vita cittadina, intrisa di cultura arabo-normanna, è tutta affacciata sul mare. Il Golfo è un abbraccio alle onde, che si infrangono sui frangiflutti creati dall'uomo o quelli plasmati dalla natura.

X
Castello Arabo Normanno
Castello Arabo Normanno

La società siciliana cambia, nonostante l'immobilismo gattopardiano, ma i luoghi e l'identità multiculturale restano intrisi nelle mura di questa fortezza i cui mattoni hanno conosciuto creazione e distruzione in un susseguirsi di dominazioni.

X
Castellammare del Golfo

È un susseguirsi di spiagge con paesaggi di eccezionale natura e le antiche tonnare trasportano la fantasia alla caccia al tonno. Si parte da Castellammare del Golfo, un borgo di pesca incantato, entrando dalla porta orientale della Riserva dello Zingaro. 

Riserva Zingaro
Riserva dello Zingaro

Narrare delle bellezze di questa riserva non è semplice. Dominata da scogli aguzzi e cale nascoste, è caratterizzata da acque verdazzurre e case coloniche costruite sulla roccia in un connubio tra natura e costruzioni dell'uomo.

Torna alla Mappa
Nessuna vetrina disponibile
X
Nessuna vetrina disponibile
X