HelloFish - https://www.hellofish.it/

Il futuro è adesso

01 August 2018

Stampa

È molto probabile che l’uomo abbia imparato a coltivare l’acqua ancor prima di cominciare a coltivare la terra. L’acquacoltura è infatti un’arte antichissima, praticata diffusamente già da Egizi, Fenici, Etruschi e Romani. La prima testimonianza sull'acquacoltura risale ad un bassorilievo egizio del 2.500 a.c., che mostra un uomo intento alla raccolta del pesce.

Se in passato l’acquacoltura ha rappresentato una pratica alternativa alla pesca, l’acquacoltura moderna rappresenta una vera e propria necessità produttiva.

La domanda di pesce è in continua crescita e, senza l’acquacoltura, non vi sarebbe abbastanza pesce per nutrire la popolazione mondiale: le catture in mare dovrebbero crescere in maniera esponenziale, con rischi inevitabili per la sostenibilità degli stock di pesci selvatici e degli ecosistemi.
Attraverso le pratiche di allevamento, l’acquacoltura moltiplica le risorse disponibili, soddisfa la domanda mondiale di pesce e contribuisce a mantenere inalterate le riserve naturali.