L'Alalunga: il tonno bianco

L’Alalunga, nome scientifico Thunnus alalunga, è una specie appartenente alla famiglia dei tonni, dai quali si distingue per le dimensioni ridotte e la lunghezza spiccata delle pinne pettorali. L’alalunga è una specie pelagica che ama le acque profonde, che non abbandona quasi mai, se non in fase di riproduzione. È una specie cosmopolita delle acque tropicali e temperate. Nel Mediterraneo è presente lungo tutte le coste italiane e davanti alle coste egiziane, turche e greche. (diffusione dell’Alalunga).

 

LE CARATTERISTICHE DELL’ALALUNGA

L’Alalunga è un pesce appartenente alla famiglia Scombridae. Tonno di medio-grandi dimensioni fusiformi presenta un dorso di colore azzurro scuro, fianchi bluastri e ventre argenteo. La sua caratteristica principale è la presenza di pinne pettorali molto lunghe che oltrepassano la base della seconda pinna dorsale. Può raggiungere il metro di lunghezza ed un peso di circa 35 kg, ma mediamente è di 50-80 cm. (caratteristiche dell’Alalunga).

 

COME SI PESCA L’ALALUNGA: ANCHE CON ATTREZZI DELLA PICCOLA PESCA ARTIGIANALE

L’Alalunga viene generalmente pescata con palangari e reti a circuizione, ma può essere pescata facilmente anche con ami e reti da posta (piccola pesca artigianale). L’Alalunga si pesca da giugno a dicembre (pesca dell’Alalunga).

 

I VALORI NUTRIZIONALI DELL’ALALUNGA: ELEVATO CONTENUTO PROTEICO

L’Alalunga ha carni con un elevato contenuto proteico. Il profilo chimico-nutrizionale è molto variabile in relazione alla taglia dell’individuo, al ciclo riproduttivo ed alla localizzazione del tessuto muscolare, specialmente per quanto riguarda il contenuto lipidico. La frazione lipidica è molto ricca di acidi grassi polinsaturi omega-3 a lunga catena. Ottima fonte di vitamina A, niacina, vitamina B12, fosforo e selenio. Bassi livelli di sodio nel prodotto fresco non trasformato (valori nutrizionali dell’Alalunga).

 

QUANDO COMPRARE L’ALALUNGA: A SETTEMBRE

L’Alalunga si riproduce nei mesi estivi, in particolare tra giugno e settembre. In ragione della stagionalità di pesca, tra giugno e settembre, si raccomanda di acquistarla a settembre. Riguardo al rischio specie, l’IUCN (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura) dichiara che la specie non è soggetta a rischi imminenti, sia per la sua presunta distribuzione, sia perché non vi sarebbero evidenze di declino o minacce specifiche (guida all’acquisto dell’Alalunga).

 

L’ALALUNGA IN CUCINA: IDEALI AL FORNO O ARROSTO

L’Alalunga presenta carni ottime, saporite e grasse. La sua carne è bianca con sfumature rosa; viene anche chiamato “tonno bianco” per differenziarlo da quello “rosso”. Gli usi più comuni in cucina sono: arrosto, al forno, in umido, bollito, Marinato, Crudo, sott'olio (guida al consumo dell’Alalunga).

 

LE NOSTRE RICETTE CON L’ALALUNGA

Scopri le nostre ricette con l’Alalunga: Rigatoni al quasi tonno

Scopri di più su Alalunga con i contenuti delle nostre schede