Specie non autoctone ed immissioni in acque pubbliche: nuovo Regolamento

Il 4 aprile u.s. il Governo  ha approvato un nuovo regolamento che, con Decreto del Presidente della Repubblica, andrà a modificare la disciplina sulla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e sulla flora e fauna selvatica (Decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997, n. 357).

In particolare - riferisce una nota di Palazzo Chigi - il regolamento dispone che, in presenza di motivate ragioni di interesse pubblico, il Ministero dell’Ambiente, sulla base sia di studi che evidenzino l’assenza di effetti negativi o di appositi criteri, che dovrà adottare entro il termine di sei mesi dalla data di entrata in vigore del provvedimento, possa derogare al divieto di reintroduzione, introduzione e popolamento in natura di specie e popolazioni non autoctone nel territorio italiano.

Il provvedimento, grazie ad una costante azione di sensibilizzazione e di informazione che API ha svolto in questo ultimo decennio, unitamente alle associazioni di pesca sportiva, garantisce la possibilità di immettere specie ittiche non autoctone per permettere agli appassionati e numerosissimi  pescatori sportivi di mantenere vitale un settore importante del nostro comparto. 

L'API ringrazia calorosamente l'On. Vannia Gava  che, con il suo supporto, ha contribuito a raggiungere questo risultato.

 

Fonte: API newsletter