Nasse e trappole

icona

La pesca dovrebbe essere sempre praticata con tecniche adatte agli habitat marini, che non danneggino i fondali e che evitino il più possibile sprechi, catture accidentali e rigetti.

Sono una sorta di gabbie che vengono calate sul fondale marino. La cattura avviene passivamente, senza l'intervento del pescatore: le prede, generalmente incoraggiate da esche, entrano nella gabbia e rimangono intrappolate al loro interno.

Le trappole, diverse per forme e colori, si distinguono principalmente in: nasse e cestelli, e cogolli e bertovelli.

Cogolli e bertovelli

I cogolli e bertovelli sono gabbie costituite da reti sostenute e fissate da cerchi di plastica. Sono costituiti da camere a forma conica che consentono al pesce di muoversi solo verso l'interno, rimanendo così intrappolato.

Scopri

Nasse e cestelli

Le nasse e cestelli sono piccole gabbie, costruite in forme e materiali diversi a seconda della specie da catturare, che vengono calate sul fondale. Sono trappole cosiddette mobili, perché possono essere spostate da un’area di pesca all’altra in base agli spostamenti delle prede.

Scopri